modaearredamento

Interviste Arredo

Tra antico e moderno, l’affresco in casa per il rivestimento murale.

Affreschi moderni - intervista a alberto Mariani per scoprire la modernità degli affreschi - un moderno David a parete della collezione arte Mariani.

Le nostre case, e soprattutto le loro pareti, stanno vivendo un nuovo rinascimento decorativo. Le carte da parati, ad esempio, materiale fino a qualche anno fa completamente dimenticato, sono state oramai sdoganate in tutte le sue espressioni. C’è una particolare e rinata attenzione per il wall decor. Non più semplici pareti dipinte a campo pieno, ma soluzioni per decorare in modo unico le stanze principali.

Affreschi moderni - intervista a alberto Mariani per scoprire la modernità degli affreschi - un moderno David a parete della collezione arte Mariani.

Tra le tecniche per dipingere le pareti di casa, una delle più naturali e antiche è la tecnica dell’affresco. Questa tecnica pittorica che richiama nella nostra mente i grandi maestri rinascimentali, trova nelle moderne applicazioni nuova linfa.

Ho intervistato per voi Alberto Mariani titolare e corporate manager della Mariani Affreschi, una delle aziende leader in tutto il mondo per la decorazione murale, e specializzata proprio nell’affresco. Alberto ha cortesemente risposto ad alcune mie curiosità e domande che oggi vorrei proporvi. Li ritengo approfondimenti davvero interessanti.

Affresco solo per appassionati d’arte? Certamente NO.

Intervista ad Alberto Mariani.

(altro…)

Kristalia: perfezione e coerenza tutta italiana.

Elepahnt chair colore terracotta, base legno in tinta.

Oggi vi voglio raccontare della mia giornata alla scoperta di Kristalia, azienda friulana, eccellenza del Made in Italy, che ha saputo diventare, in pochi anni, un punto di riferimento per la produzione di tavoli e sedie di design.

Sono da poco passate le dieci del mattino quando arriviamo (io, Giorgia di Finetodesign e Sonia di Parantesirosa) nel parcheggio di Kristalia. Alzando lo sguardo verso la palazzina degli uffici, la tensione carica di aspettative si scioglie. Le nuvole nella mia mente aprendosi, lasciano posto ad un bellissimo sole: “Siamo nel posto giusto!” penso. “Qui si respira perfezione già dal pulsante del campanello”.
Terminerò il mio incontro verso le quattro del pomeriggio, e perfezione, unita a coerenza, saranno ancora le parole che risuoneranno in testa. Leggiamo assieme il perché.

kristalia-uffici (altro…)

Design, sostenibilità e diversità: intervista a Patrizia Moroso.

Patrizia Moroso immagine profilo

patrizia-moroso

Quale occasione migliore del Salone del Mobile e della presentazione delle nuove collezioni, per rivolgere alcune domande a Patrizia Moroso, art director dell’omonima azienda di Udine, e parlare di diversità e sostenibilità.

Visitare lo stand di Moroso al Salone del Mobile è come viaggiare. Si percepiscono culture ed esperienze proprie dei designer che hanno creato i prodotti; è come se il loro immaginario si rifletesse in essi. In questo contesto multiculturale incontro Patrizia Moroso, direttore artistico dell’azienda italiana d’imbottiti di design, che ha fatto della diversità una bandiera internazionale. (altro…)

Interviste Salone del Mobile 2016 – Karim Rashid e Favaretto Paterns.

Intervista a Karim Rashid - Salone del Mobile 2016.

La Milano Design Week è soprattutto un’occasione per incontrare i protagonisti del design. Quest’anno ho avuto l’occasione di intervistare alcuni tra loro.

Nel post di oggi vi presento la prima parte delle mie interviste Salone del Mobile 2016.

Sempre di più il mondo del design è legato a quello della comunicazione digitale. Due protagonisti del design e dell’architettura della 55esima edizione del Salone del Mobile 2016 raccontano la creatività e l’originalità dell’era 2.0.

Violetta Breda - Cristiana Rosada design blogger intervistano Karim Rashid e Favaretto.Eccoci qui, due impazienti design blogger, armate di tutti gli strumenti necessari per un’intervista professionale a Karim Rashid: telefoni, macchine fotografiche, registratori, microfoni, e – immancabile anche dopo anni di lavoro – ansia da prestazione! (altro…)

Addio alle chiavi tradizionali con le serrature elettroniche.

Iseo serrature apertura Libra con App.

La tecnologia entra sempre di più nella nostra vita, e spesso lo fa per aiutarci e semplificarci le attività di tutti i giorni.
Come accade nel caso delle innovative serrature elettroniche di Iseo serrature, che ho conosciuto grazie alla collega di HomeStyleBlogs e architetto Silvia Vimercati di Idtips.

Iseo serrature per uffcio con smartphone

Queste serrature elettroniche sostituiscono il classico cilindro meccanico con la chiave, di cui la maggior parte delle porte per interni sono fornite, e permettono l’accesso tramite un badge di apertura elettronico (smart card).

Ma cosa hanno di differente queste serrature di Iseo dalle altre aperture elettroniche a badge?

In questo video, l’architetto Silvia, ha intervistato l’ingegnere Rocco Vitali, product manager dell’azienda, che le ha raccontato in dettaglio come funziona questo innovativo sistema di accesso elettronico. (altro…)

Interpretare l’arredo con una domanda: quanto fa 1+1?

Evidenza-PIANCA-Asolo-Icaro-Mono

Pianca e il tavolino 1+1

Domanda facile. La risposta, però, non è così scontata!

A chi non piacciono i giri di parole!
La lingua italiana si presta particolarmente a questo gioco. E’ sufficiente spostare un accento, e ieri, invece di “andare a Como sono andata sul comò”.
Sono sicura che tutti saprete trovare degli esempi simili al mio. Ma forse quello che molti di voi non sanno, è che questo simpatico gioco è possibile farlo anche con i mobili del vostro soggiorno: e non in senso letterario, ma proprio in senso fisico.

PIANCA-1+1
Loro si chiamano 1+1 e sono due tavolini, presentati tra le novità 2015 al Salone del Mobile di Milano dall’azienda Pianca. (altro…)

#ConosciSnaidero : un viaggio intenso tra storia, cultura, design e passioni.

#conoscisnaidero e la passione per le cucine e il lavoro artigianale.

Cosa contribuisce a rendere un’azienda, una grande azienda?

E’ una domanda che mi faccio spesso quando sono chiamata a conoscere dall’interno le realtà produttive. La risposta, immancabile, è, quasi sempre la stessa: “le persone che lavorano in azienda.”

Recentemente ho letto a proposito in internet un articolo, dove le risorse aziendali erano definite come un “capitale umano”; un termine che non amo molto, perché mette a paragone le persone all’aspetto finanziario di un’azienda; ma che rende a pieno la preziosità del lavoro che molti uomini e donne dedicano alla loro attività.
E questo lavoro, quasi fosse un tesoro da preservare in cassaforte, è un vero capitale, che contribuisce in modo vitale al successo di un brand, di un prodotto o dell’azienda stessa.

Conosci Snaidero Cucine e la passione del loro modo di lavorare.

Il mio post di oggi potrebbe fermarsi qui, perché tutto quello che potrei raccontarvi dopo questa mia affermazione, sarebbe la naturale e giusta derivazione delle attività quotidiane di queste persone: l’eccellente lavoro tecnico e manuale che diventa ottimo prodotto, la passione per la propria attività che si trasforma in decisioni e azioni quotidiane per far crescere azienda e persone; rapporti e relazioni coltivate negli anni che infondono il plusvalore “umano” al proprio catalogo prodotti, e la cultura del “fatto bene” che arricchisce, prima le persone che la ricevono, e poi entra nel prodotto che queste realizzano.

Ma la passione e la forza che Sandra Snaidero ha saputo trasmetterci nel guidarci (ndr. durante la visita in azienda ero con ad altre colleghe blogger HomeStyleBlogs) attraverso il progetto #ConosciSnaidero , sono state talmente travolgenti che meritano di essere raccontate. (altro…)

1 2