modaearredamento

Tecnologia casa

Eurocucina | FTK: Nuove tecnologie e il perfetto social dinner.

Hoover forni wizard display.

La cucina, l’ambiente della casa “social” per eccellenza, con Hoover elettrodomestici diventa punto d’incontro di tecnologia High-Level ed estetica.

Quest’anno, visitando la sezione FTK (Tecnology For Kitchen) dei padiglioni di Eurocucina 2016 sono rimasta affascinata dalla raffinatezza estetica e funzionale degli elettrodomestici “top di gamma”.

In particolare, tra le foto di un piano cottura e i dettagli di un forno, mi sono soffermata a ragionare sulle possibilità funzionali dei nuovi elettrodomestici domotici presentati in un video che ho incrociato nello stand dell’azienda Hoover.

Il video presenta una nuova tecnologia di Hoover per gli elettrodomestici da cucina – Wizard – che permette, attraverso un’applicazione di controllare (in qualsiasi momento e posto vi troviate) gli elettrodomestici e le sue funzioni; oltre ad avere la possibilità di ricevere un allert qual’ora qualcosa accadesse un imprevisto durante il loro funzionamento.
Guardate da voi cosa è possibile controllare dal proprio smartphone. (altro…)

Speciale FTK – nuovi elettrodomestici Hoover: a tutta tecnologia.

Hoover con tecnologia Wizard

Oramai sta iniziando il count-down alla Design Week 2016, manifestazione che raccoglie il meglio mondiale in materia di design, living, e tecnologia dell’abitare; e l’appuntamento di quest’anno è particolarmente fervido perché ritorna anche l’esposizione (a carattere biennale) di Eurocucina.

Hoover Vanity Forni tecnologi.

All’interno dei padiglioni dedicati agli stands di cucine, si trovano anche i 1.200 mq espositivi del padiglione FTK – Technology for the Kitchen, dove espongono i migliori brands di elettrodomestici e tecnologie.

Quest’anno anche il marchio specializzato in tecnologia high-tech Hoover, ha scelto la vetrina FTK per presentarsi ufficialmente con una nuova veste estetica e tecnologica.

La cucina è la stanza della casa dove si svolge una parte importante della vita quotidiana. Il ruolo del cibo nella nostra società, non è più solo di necessità fisica, ma anche e soprattutto di funzione sociale, dove sempre più la tecnologia gioca un ruolo fondamentale nella scelta del prodotto da acquistare. (altro…)

Cucine a legna moderne, dalla tradizione al design.

Cucina e legna moderna - Padova

Cucine a legna moderne, dalla tradizione al design senza rinunciare al calore e al cibo sano.

C’era una volta una cucina a legna…

… che in inverno rimaneva sempre accesa, sia di giorno che di notte!

Il racconto che descrive la cucina della mia infanzia potrebbe iniziare così, con la cucina a legna di mia mamma eternamente accesa. Com’è possibile? Vi chiederete voi.
Capitava molto spesso, che l’ultimo carico della sera (verso la mezzanotte), fosse fatto con ceppi piuttosto grossi e con legno che bruciava molto lentamente, tanto che, di mattino, al risveglio (la mamma si sveglia sempre prima di tutti!), nel fondo del braciere ci fossero ancora delle braci,poche ma sufficienti per riavviare il fuoco con la semplice aggiunta di “legna fina”.

Quella stufa, dopo tanti anni, è ancora lì, molto spesso con qualcosa sopra che bolle (l’acqua per il tè, il sugo al ragù, o la carne per la sera), mia mamma la utilizza per cucinare di tutto.
Senza considerare le innumerevoli volte in cui da ragazza, mi sono ritrovata a studiare con i piedi appoggiati (esternamente) al cassetto della cenere per godere del calore che emanava.
Praticamente la cucina a legna, a casa mia è una di famiglia.

Tra passato e futuro, le cucine a legna moderne.

Cucine a legna moderne - modello Verona acciaio inoxMODELLO VERONA

Adesso le cucine a legna sono diventate moderne, non solo nel look esterno, come le nuove cucine di Nordica-Extraflame, rivestite di cristallo e acciaio inox, ma anche nella tecnologia interna. Nuovi e avanzati materiali come il Nordiker (che compongono la parte refrattaria della cucina e legna) permettono di raggiungere all’interno della camera di combustione elevate temperature; e più la temperatura è elevata e migliore è l’efficienza per la produzione di calore e la combustione dei fumi. (altro…)

Una casa sicura inizia dagli automatismi per cancelli.

Automatismi per cancelli: tutto quello che vuoi sapere.

A volte mi piacerebbe vivere in uno di quei film americani degli anni ’50, dove le case non avevano recinzioni, le macchine erano parcheggiate nel vialetto di casa con le chiavi nel cruscotto e le mamme lasciavano sempre la porta aperta, anche di notte.

Sogno o realtà di un’epoca che non tornerà più?

Scommetto più sulla seconda ipotesi! Ma non dobbiamo demoralizzarci, perché cercare la sicurezza per la propria famiglia e la propria abitazione è naturale, oltre che legittimo.

Automatismi per cancelli: tutto quello che vuoi sapere.

La sicurezza nell’epoca della tecnologia 2.0, inizia proprio dal cancello di casa e dalla scelta del suo automatismo.
Proteggere l’accesso della propria abitazione con un’apertura automatica ha una doppia valenza. La prima è di comfort: adottare degli automatismi per cancelli permette di gestire le aperture nel massimo relax e direttamente dalla propria abitazione, senza dover uscire all’esterno. La seconda funzione è legata alla sicurezza, perché un cancello automatico può essere aperto rimanendo all’interno della propria automobile, senza scendere dall’abitacolo, e soprattutto nelle ore notturne, è una tranquillità maggiore.

Controllo cancello accessi: immagine di cancello autmatico scorrevole.Ho cercato in internet alcune informazioni per avere cancelli all’avanguardia, e ho scoperto la tecnologia dell’azienda Somfy, tra le più esperte nel settore della domotica e nelle soluzioni tecnologiche per la casa.
I loro automatismi per cancelli sono “intelligenti”. Possono essere programmati per una chiusura automatica, hanno il rilevamento degli ostacoli (per fermarsi in presenza d’intralci), e una batteria di sicurezza, per garantire il funzionamento anche in assenza di corrente elettrica. Le motorizzazioni Somfy sono adatte sia per cancelli scorrevoli che a battente, e si applicano su prodotti nuovi, ma anche su cancelli già esistenti. Con lo stesso telecomando del cancello puoi aprire anche il portone del garage. Ho scoperto che definire le soluzioni d’automazione per cancelli di Somfy, dei semplici cancelli motorizzati è riduttivo.

Controllare il cancello in remoto con lo smartphone. Le soluzioni di domotica permettono di integrare il proprio cancello di casa con il sistema d’allarme.
Tutto è connesso a una “scatola magica” che si chiama TaHoma Box e permette di gestire, anche da smartphone, computer o tablet, il cancello, il garage, le tapparelle, il riscaldamento ecc; una vera e propria casa intelligente, da controllare in ogni momento e luogo della tua giornata.
E’ vero che non possiamo vivere sotto una cupola di vetro, ma l’innovazione può aiutarci ad aumentare la sicurezza della nostra abitazione, e le soluzioni domotiche di Somfy sono il legame perfetto tra le tue esigenze e la tua casa.

Cancelli automatici sistemi sicuri per la casa.

Cristiana Rosada |modaearredamento per Somfy.

7 domande frequenti sulle stufe a pellet.

Immagine casa moderna con stufa a pellet MCZ

Stai pensando di acquistare una stufa a pellet? Allora ti sarai sicuramente fatto una di queste domande.

Proviamo a rispondere insieme a sette domande frequenti sulle stufe a pellet.

Stufe a pellet domande frequenti.

Mai come quest’anno desidero ardentemente (scusate l’antitesi) le temperature fredde dell’inverno. Dopo il caldo opprimente di Agosto, e le temperature elevate di Settembre, voglio aprire i cassetti dei maglioni, voglio la brina sui prati, voglio uscire da casa alla mattina e vedere il mio respiro che fuma, voglio la neve, accetto anche la nebbia; insomma ho davvero voglia di freddo! Anche perché – vi svelo un segreto – adoro accendere la stufa e vedere il fuoco riscaldare la casa.

Vivo sistema Hydro per riscaldare la casa.

Qualche tempo fa, dovendo integrare il sistema di riscaldamento di una piccola mansarda in montagna, ho avuto modo di raccogliere numerose informazioni sulle stufe e pallet, e il loro utilizzo per riscaldare la casa. Oggi vorrei provare a trasmettervi alcune di queste conoscenze, per rispondere alle domande più frequenti sul funzionamento di queste moderne stufe.

1. Perché una stufa a pellet per riscaldare la casa?

Le stufe a pellet sono pratiche. Si accendono e spengono da sole, cioè possono essere programmate sia come orario, che come temperatura di utilizzo.
Sono semplici da alimentare. Il pellet è un agglomerato in granuli lignei pressati che si presenta sotto forma di piccoli cilindri. Si acquista in sacchi, e si inserisce nel serbatoio di ricarica della stufa. Durante l’accensione la stufa preleva la quantità di pellet necessario, regolandolo in base al funzionamento richiesto. Alcune stufe garantiscono diversi giorni di autonomia prima del successivo rifornimento. Inoltre il pellet di legno non contiene collanti ne vernici – è composto di solo legno vergine – e bruciando è in grado di sviluppare maggior calore rispetto un normale ciocco di legno.
Le stufe a pellet sono ecologiche, e quindi fanno bene all’ambiente: migliori prestazioni, maggior calore prodotto con minor spreco di combustibile. Questo significa emissioni ridotte, e quindi meno inquinamento ambientale.

Per un’anima eco-green come la mia, questo ultimo punto sarebbe sufficiente a fermare la lettura del post e correre a sfogliare un catalogo di stufe a pellet.

Ma continuate la lettura, perché ci sono ancora molte cose da scoprire.

Riscaldare con il pellet

2. Con la stufa a pellet riscaldo solo una stanza?

No, non solo. Alcuni modelli, come questi di MCZ Group, sono dotati di moderne tecnologie che permettono di trasportare l’aria calda, prodotta dalla stufa, anche in altre stanze.
Il sistema di canalizzazione dell’aria proposto da MCZ si chiama Confort Air, e trasporta fino a una distanza massima di 8 metri, il calore prodotto in altre stanze, o al piano superiore.

3. Dove posizionare la stufa a pellet?

Esistono molte forme di stufe a pellet, ognuna delle quali risponde a particolari esigenze. Sono studiate per adattarsi a ogni ambiente della casa. Hai un corridoio e vorresti posizionare la stufa? Allora scegli un modello con profondità ridotta (soli 28 cm).

Philo di Mcs stufa e libreria.

Esistono stufe a pellet rotonde, per angolo e ad altezza ridotta, perfette per essere inserite nel vano di un vecchio focolaio. Con alcuni particolari accorgimenti, è possibile affiancare alla stufa anche una libreria o la zona TV. Via libera alle stufe a pellet anche in bagno o nella camera da letto, a patto che l’aspirazione dell’aria per la combustione avvenga tramite una presa esterna, o che la stufa sia un modello a camera “stagna” (cioè che prelevano l’aria per il funzionamento solo verso l’esterno.
In casa ogni spazio inutilizzato potrebbe accogliere una stufa.

Riscaldare con la stufa a pellet: sostituire un vecchio focolaio.

4. Con la stufa a pellet devo rinunciare al design?

Anche in questo caso la risposta è no. MCZ group, ad esempio, propone le stufe effetto camino, dove il punto fuoco è incassato a parete con un effetto scenico di sicuro impatto.

MCZ group: stufa modello Vivo.MCZ group: stufa modello Vivo: caminetto e stufa.Nella foto: esempio di bocchette Confort Air di MCZ.

Anche gli accessori, come le bocchette per la canalizzazione dell’aria del sistema Confort Air, sono studiate per essere inserite a parete nella parte alta o bassa, ovvero dove risulta migliore l’effetto estetico.
Il dettaglio in più è il diffusore di essenze incorporato nella bocchetta: bello da vedere e funzionale per la salute.

5. Posso utilizzare la stufa a pellet per riscaldare tutta la casa?

Sì, i modelli come Hydro, permettono di scaldare l’acqua dei termosifoni, integrandosi con l’impianto esistente di riscaldamento. In base alla potenza dei vari modelli, inoltre può essere utilizzato il pellet, per produrre anche l’acqua calda sanitaria. In questo modo la vostra stufa a pellet sostituisce interamente la normale caldaia.

MCZ group: stufa modello Aike.

6. Queste stufe a pellet sono rumorose durante il loro funzionamento?

La stufa a pellet funziona grazie una ventilazione e per il massimo confort è importante che questa sia silenziosa. I ventilatori introdotti nei modelli di stufe di MCZ Group sono in grado di ridurre al minimo il rumore della ventilazione.

Stream di MCS

7. Come calcolare la quantità di calore che deve produrre la stufa a pellet?

Come abbiamo visto nelle precedenti domande, molte sono le possibili funzioni di una stufa a pellet. Prima di rispondere a questa domanda è necessario chiarire alcuni punti: cosa volete che la vostra stufa a pellet riscaldi, dove abitate (casa singola, condominio ecc), analizzare dove sorge la casa (mare, montagna, città…) valutare la situazione attuale della canna fumaria e la necessità o meno di interventi sulla stessa. La scelta e l’istallazione deve avvenire tenedo conto di questi fattori, ma sopratutto in sicurezza, per garantire un corretto e sano funzionamento della stufa a pellet e il rispetto delle normative per la tutela della salute edella sicurezza dell’impianto di riscaldamento. Per agevolarvi in questo compito questo è il link dove contattare da un esperto MCZ in materia riscaldamento . Esponetegli la vostra situazione e lui saprà consigliarvi per la migliore scelta e istallazione.

Preparatevi all’inverno adesso. Avete più tempo per fare la vostra scelta e gli eventuali aggiustamenti prima dell’istallazione; così all’arrivo dell’inverno potrete godere della magia del caldo del fuoco naturale in casa.

Klin di MCZ stufa a pellet

Cristiana Rosada | per MCZ Group

Caldo in casa: hai mai pensato ai ventilatori a soffitto?

Tendenze arredo 2015: ventilatori a soffitto.

Ventilatore senza luce in legno e metallo in ambiente moderno.

La mia immagine dell’espressione “arsura estiva” è legata, ancora oggi, a una vecchia pubblicità nella quale un uomo, in cerca di refrigerio notturno, per rinfrescarsi un po’, prendeva il cuscino fresco dal frigorifero. Ecco, ogni volta che penso al caldo intenso ho l’immagine di quella pubblicità impressa nella mente.

Ai giorni nostri non sarebbe molto credibile un messaggio promozionale di questo tipo, perché siamo in gran parte abituati ai moderni condizionatori, che rinfrescano e deumidificano, qualsiasi ambiente ospiti la nostra giornata: a casa, al lavoro, in automobile.

Molte persone non gradiscono l’uso smodato del condizionatore, soprattutto durante il riposo notturno. Altre poi, (e ne conosco tante) pensano addirittura che non sia salutare, per cui tendono a utilizzarlo proprio in estrema necessità.

Cosa fare quando l’aria della stanza diventa satura di caldo?

Da qualche periodo sono ritornati di moda i ventilatori a soffitto e non solo i modelli classici in legno, che richiamano alla mente vecchie pellicole sull’Africa coloniale, ma anche modelli di design e dal look fresco e moderno. (altro…)

Addio alle chiavi tradizionali con le serrature elettroniche.

Iseo serrature apertura Libra con App.

La tecnologia entra sempre di più nella nostra vita, e spesso lo fa per aiutarci e semplificarci le attività di tutti i giorni.
Come accade nel caso delle innovative serrature elettroniche di Iseo serrature, che ho conosciuto grazie alla collega di HomeStyleBlogs e architetto Silvia Vimercati di Idtips.

Iseo serrature per uffcio con smartphone

Queste serrature elettroniche sostituiscono il classico cilindro meccanico con la chiave, di cui la maggior parte delle porte per interni sono fornite, e permettono l’accesso tramite un badge di apertura elettronico (smart card).

Ma cosa hanno di differente queste serrature di Iseo dalle altre aperture elettroniche a badge?

In questo video, l’architetto Silvia, ha intervistato l’ingegnere Rocco Vitali, product manager dell’azienda, che le ha raccontato in dettaglio come funziona questo innovativo sistema di accesso elettronico. (altro…)